Le apparizioni della Madonna e la cintura della sua veste

Pubblicato giorno 10 agosto 2017 - In home page

Articolo Festa Settembre 2017

Agosto, tempo di vacanze, ma anche di programmazione delle prossime iniziative parrocchiali. Nell’ultimo numero di  “Parrocchiando” (già disponibile, chi ne desiderasse una copia può richiederla in Parrocchia), oltre ai tradizionali articoli inerenti le attività dei mesi scorsi, potrete trovare il programma degli appuntamenti della festa di settembre. A tale proposito, pubblichiamo una riflessione del nostro parroco:

“Nel Centenario delle apparizioni di Maria Santissima a Fatima, ci prepariamo a celebrare la festa della Madonna della cintola, come occasione favorevole per rendere la nostra fede nel Dio di Gesù Cristo sempre più concreta, tenera e forte, feriale e gioiosa. Maria appare non per mettersi in mostra, ma per manifestarci la sua umiltà , di cui la cintura è un simbolo, e per richiamarci alla conversione quotidiana.

La festa parrocchiale sarà  diluita nell’arco del mese di settembre perché ci alleni a riprendere il ritmo degli impegni annuali, fatti di famiglia e lavoro, parrocchia e scuola, amicizie ed attività  sportive.

Così, daremo continuità  anche alla benedizione pasquale delle famiglie, di chi presta servizio nei luoghi di lavoro, di studenti ed insegnanti: infatti, il rito della benedizione annuale e la festa parrocchiale sono momenti utili per ravvivare in noi la grazia del Battesimo, cioè l’adesione a Cristo e l’amore di Dio, in modo tale da essere capaci di offrirgli il sacrificio spirituale della nostra esistenza, della nostra preghiera, delle nostre preoccupazioni, delle nostre speranze, dei nostri fallimenti, delle nostre buone opere quotidiane.

Chiediamo alla Beata Vergine Maria di aiutarci ad accogliere il Regno dei cieli come il tesoro nascosto nella nostra vita e a diventare “terreno buono”, accettando senza compromessi la presenza del male e confidando nella forza di Dio, simile a quella del granello di senape e del lievito nella pasta”.

il Vostro parroco, don Michele

Lascia un commento

  • (will not be published)